fbpx

La Guerra delle due rose: un conflitto a tutto tondo

La Guerra delle due rose fu una sanguinosa guerra dinastica combattuta tra le potenti famiglie di Lancaster e York, chiamata cosi perché entrambe le famiglie avevano una rosa come simbolo delle loro casate: una rossa (Lancaster) e una bianca (York) . Questa guerra fu un unicum nella storia inglese perché mai le stesse fondamenta del sistema inglese furono messe così alla prova.

Proviamo ad elencare i numeri di questa guerra: il conflitto durò dal 1450 al 1509 e comprese tre rivolte regionali rispettivamente nel 1450, 1489 e 1497; tredici battaglie campali; almeno dieci colpi di stato o tentati tali; quindici invasioni; cinque usurpazioni; cinque re, sette regni e cinque cambi di dinastie.

Certamente leggere tutti questi eventi uno dietro l’altro ci fa pensare che la guerra fu caos totale e che probabilmente durante essa si persero le vere ragioni del conflitto e ci si spostò verso un tutti contro tutti, invece è sempre stato un conflitto di straordinaria lucidità e pianificazione.

L’inizio del conflitto

Il conflitto inizia sotto Enrico VI (1422-61) e il difficile periodo alla fine della Guerra dei Cent’anni che l’Inghilterra perse. La sconfitta nella guerra dei Cent’anni produsse un clima politico veramente teso: generalmente la guerra ebbe un effetto nazionalizzante sull’intero dominio inglese e per questo le risorse economiche e umane investite furono ingenti e la sconfitta non fu gradita a nessuno.

La prima guerra (1459-61) inizia proprio al ridosso della sconfitta con l’impeachmente l’omicidio del consigliere del re, William Duca di Suffolk, e una serie di altri intrighi e omicidi che portò alla salita al potere di Riccardo, Duca di York, come secondo del re. Approfittando dello stato cagionevole di salute mentale del re, Riccardo cercò continuamente di prendere il potere, sia con intrighi che con veri e proprio conflitti armati, ma quando nel 1459 cercò di prendere il potere con la forza la risposta dei lealisti fu decisa.

Con la Battaglia di Staffordshire (23 settembre 1459) Riccardo di York fu sconfitto e scappò in Irlanda, ma i suoi alleati nonostante fossero tutti stati dichiarati traditori dal Parlamento invasero la contea di Kent e con la battaglia di Northampton sconfissero e imprigionarono il re. York, quindi, poté finalmente rivendicare il trono, ma non lo fece ufficialmente capendo che se lo avesse fatto sarebbe scoppiata una rivolta a livello nazionale, quindi costrinse Enrico VI a rimanere al trono ma a nominare successore proprio se stesso invece del figlio di Enrico VI, Edoardo di Lancaster.

L’accordo fu considerato oltraggioso da tutti ma specialmente dalla moglie di Enrico VI, la regina Margaret, che raccolte le sue forze, cercò di marciare verso Londra, ma non riusci a prendere la città. Dopo una serie di battaglie per il controllo del trono però Edoardo IV di York riuscì a deporre Enrico VI di Lancaster. Re Edoardo riesce a regnare in relativa pace per circa 10 anni (1461-70) fino a quando non decise di sposare in segreto Elizabeth Woodville. Di per sé questo atto non era scandaloso o inaudito se non fosse che il matrimonio avrebbe dato un grande potere ed indipendenza alla famiglia Woodville, indebolendo la storica sostenitrice di Edoardo IV: la famiglia Warwick.

guerra due rose
Guerra delle due rose: L’omicidio del Duca di Suffolk – A Chronicle of England: B.C. 55 – A.D. 1485 – James W. E. Doyle

Il secondo conflitto

La seconda guerra, infatti, è più una ribellione all’interno della fazione York. I Warwick sentendo minacciati i loro diritti e la loro supremazia dal matrimonio con Elizabeth Woodville decidono di ribellarsi al re e ad Edgecote (1469) lo sconfiggono ed imprigionano insieme a i suoi nuovi alleati. Warwick però non aveva né l’influenza né il supporto per mantenere l’ordine nel regno se avesse preso il trono e di conseguenza fu costretto a liberare il re poco dopo.

Questo però non mise freno alle ambizioni della sua famiglia che aveva istigato una ribellione a Lincolnshire che chiedeva l’ascesa al trono del figlio di Warwick: George, duca di Clarence. La ribellione però si rivelò un fallimento e sia Warwick che il figlio dovettero fuggire in Francia dove incontrarono la regina Margaret, moglie di EnricoVI. Le due forze si misero d’accordo per ripristinare il trono di Enrico con la promessa di matrimonio tra la figlia di Warwick e l’erede al trono di Enrico VI, Edward.

L’invasione fu un successo ed Edoardo IV fu costretto a scappare, riportando finalmente al trono dopo anni di esilio l’ormai vecchio Enrico VI. Il suo regno durò solo 6 mesi quando il fratellastro di Edoardo, Carlo duca di Burgundia, inizia una campagna militare in sua difesa e questa iniziativa si rivelò di enorme successo riuscendo non solo a re-instaurare Edoardo al trono ma anche ad uccidere Enrico VI, il figlio Edoardo e Warwick. Il secondo regno di Edoardo IV (1471-83) fu relativamente calmo, ma i problemi arrivarono alla sua morte e alla conseguente successione di suo figlio, Edoardo V.

guerra due rose
Guerra delle due rose: Il conte di Warwick si sottomette alla regina Margaret – A Chronicle of England: B.C. 55 – A.D. 1485 – James W. E. Doyle

Il terzo conflitto

La terza fase del conflitto, infatti, nacque dalla decisione dello zio del giovane Edoardo V, Riccardo Duca di Gloucester, di usurpare il trono con il nome di Riccardo III. Grazie a una tempestiva campagna militare ed intrighi di palazzi Riccardo riuscì velocemente a prendere il trono per sé ma si ritrovò in difficoltà a cercare di mantenere l’ordine fino a che una larga coalizione di forze francesi e scozzesi, con una fortissima presenza di York in esilio, non riuscirono a sconfiggere Riccardo nel 1485 a Bosworth, riuscendo ad instaurare sul trono Enrico Tudor, conosciuto come Enrico VII (1485-1509), il primo Tudor sul trono.

Per diritto di conquista Enrico VII acquisì il trono e sposò Elisabetta di York ponendo fine, almeno ufficialmente alla sanguinosa faida tra le due famiglie. Anche se la sua posizione non fu mai del tutto sicura, anche lui infatti fu vittima di ribellioni e congiure, riuscì a mantenere saldo il suo potere sul trono riuscendo inoltre a portare una tanto agognata stabilità al popolo, all’economia e alle istituzioni monarchiche ormai a pezzi.

Insomma, la guerra delle due rose fu un conflitto sanguinoso e duraturo che ha fatto uso di tutti i mezzi a sua disposizione usando intrighi di corte, guerre campali, assassini e promesse di matrimonio. Ma è stato anche uno dei conflitti fondamentali che ha portato alla stabilità e alla ascesa della potenza inglese che da questo momento in poi sarà ancora più protagonista delle vicende europee e mondiali.

guerra due rose
Guerra delle due rose: Battaglia di Bosworth – A Chronicle of England: B.C. 55 – A.D. 1485 – James W. E. Doyle

Bibliografia

📖 Storia moderna - R. Ago e V. Vidotto - Laterza 2004
📄 The Wars of the Roses - Michael M. Hicks - Yale University Press 2010

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

a cura di

Bogdan Aurelio Chifor

Altri articoli

Storia Moderna

Iscriviti alla

Newsletter

Ultimi articoli