Il rito dell’apertura della bocca

Il rito dell’apertura della bocca rientra nei riti religiosi praticati al fine di garantire al defunto la vita eterna. Occhi e bocca venivano aperti al fine di restituire i sensi al defunto perché egli potesse vivere pienamente nell’oltretomba (Duat). Il rituale si concludeva con le operazioni di fumigazione e lustrazione. Nel periodo arcaico la procedura […]

Il Portico degli Dei Consenti

Nei pressi del Foro Romano, alle pendici del Campidoglio, nel 1834 una campagna archeologia portò alla luce un edificio dotato di otto vani e un grande portico colonnato risalente al III o II secolo a.C. Grazie alla testimonianza dello storico Varrone (De re rustica I,4) sappiamo che in questo spazio vi erano poste una serie […]

Giano Bifronte

giano

Giano è uno degli dei più antichi del pantheon romano. L’iconografia classica lo vuole rappresentato con due volti: l’uno più vecchio che guarda il passato, l’altro più giovane che guarda al futuro. Secondo certi mitografi, Giano era indigeno a Roma ed avrebbe regnato insieme a Camese, re mitico che si conosce solo di nome. Secondo […]

I Saturnalia

I Saturnali erano un ciclo di festività celebrate in occasione del solstizio d’inverno, dal 17 al 23 dicembre, in concomitanza con le attuali festività di Natale. Erano giorni dedicati all’insediamento nel tempio del dio Saturno, ritenuto il dio dell’età dell’oro. A rievocazione di quei giorni felici, caratterizzati dal benessere e dall’abbondanza, veniva ricreata quella situazione di eguaglianza […]

La pratica aruspicina

pratica aruspicina

La pratica aruspicina era un’arte divinatoria di origine etrusca. Essa si compieva con l’esame delle viscere, in particolare di fegato ed intestini, di animali sacrificati agli dei. Tale dottrina divinatoria era stata rivelata da Tagete, i cui precetti raccolti da Tarconte in libri sacri. Questi testi indicavano precise istruzioni su come esaminare tre specifici fenomeni: exta, le viscere […]

Il Mito di Tagete

L’affermare che la religione etrusca sia una religione rivelata muove dal mito di Tagete. Questa caratteristica l’accomuna alle religioni abramitiche, ma la differenzia da gran parte delle religioni a lei contemporanee in tutto il bacino del mediterraneo. Rispetto a questo mito fondamentale per tutto il popolo etrusco e la sua cultura vi sono versioni contrastanti […]

La Testa Lorenzini

La Testa Lorenzini è un esemplare di scultura etrusca, databile intorno al 480 a.C.. Scolpita nel marmo delle Alpi Apuane (il marmor lunensis dei Romani, oggi conosciuto come marmo di Carrara) , la testa era parte di una statua votiva del dio Aplu ed era collocata in un tempio dell’antica città etrusca di Velathri, odierna Volterra. La scultura […]

Il mito dell’Aulos

Secondo la versione del mito narrata dal poeta Pindaro (VI – V secolo a.C.), e riportata dallo pseudo Apollodoro nell’opera “la Biblioteca, antico testo di mitografia risalente al II secolo d.C., l’Aulòs ebbe origine quando la dea Atena decise di inventare uno strumento musicale di canna per simulare il grido atroce ed inquietante di Medusa, […]

Il mito della Lyra

Spesso raffigurata come attributo del dio Apollo, la Lyra per gli antichi greci era il simbolo della moderazione e della saggezza. Il racconto mitico sulla costruzione della Lyra, così come tramandatoci dalle fonti omeriche (Inno Omerico ad Hermes) narra che Hermes fanciullo, dopo aver rubato una mandria di vacche ad Apollo, trovò una tartaruga. Egli […]

Il Mito della Creazione della Musica

Molti scrittori e filosofi dell’antica Grecia ci hanno tramandato notizie riguardanti l’importanza della musica e della danza nella Civiltà Egizia. Secondo Platone gli Antichi Egizi studiavano fin dalla gioventù danza e musica proprio per gli effetti benefici che avevano sul corpo e sull’anima queste due arti. Plutarco era convinto che il dio Thot avesse donato al […]