Glossario di Archeologia

Orientalizzante

Fase che corrisponde al periodo compreso all’incirca tra la seconda metà dell’VIII secolo a.C. e la metà del VI secolo a.C., caratterizzato dalla forte presenza nell’arte greca e poi in quella etrusca di manufatti e motivi ornamentali di origine orientale.

Pànoplia

Dal greco πάν (pan) + ὄπλον (oplon), letteralmente “armatura completa”, il termine indica proprio l’insieme delle armi in dotazione ad un guerriero.

Pasta vitrea

Antica tecnica di lavorazione del vetro che rende quest’ultimo simile alla ceramica; utilizzata principalmente per realizzare elementi di collana (vaghi e pendenti), unguentari e tessere di mosaico.

Protome

Si tratta di un elemento decorativo molto diffuso nell’arte antica, costituito da una testa umana, da un animale oppure da una figura fantastica.

Ricognizione archeologica

Ricerca archeologica di superficie sistematica e controllata su una determinata porzione di terreno, condotta al fine di individuare tracce di antichi insediamenti senza ricorrere allo scavo archeologico.

Rocchetto

Legato alla sfera femminile e in particolare alla filatura, il rocchetto è un reperto dalla forma cilindrica, realizzato principalmente in impasto, attorno al quale veniva avvolto il filo.

Sarcofago

Il termine, utilizzato oggi per indicare la cassa funeraria in cui viene deposto l’inumato, deriva dal greco σαρκοφάγος (sarcofagos) che significa letteralmente “che si ciba di carne”, perché in origine il termine era riferito ad una particolare pietra usata per i sepolcri che permetteva un deterioramento più veloce del cadavere.

Scavo archeologico

Attività principale svolta dall’archeologo che consiste in uno scavo del terreno condotto con metodo scientifico e organizzato; lo scopo è l’individuazione delle tracce del passato, consistenti in reperti, strutture o monumenti.

Selce

Roccia sedimentaria silicea. I ritrovamenti più importanti si hanno in strati riferibili all’era preistorica dove questa veniva utilizzata per la fabbricazione di armi, come coltelli e punte di freccia, e utensili utili allo svolgimento delle attività quotidiane.

Taberna

Ambiente pertinente ad un edificio pubblico (forum) o privato (domus o insulae), affacciato sull’esterno, destinato allo svolgimento delle attività commerciali e alla vendita al dettaglio, quale ad esempio la preparazione e lo smercio di cibo e bevande.

Talassocrazia

Dal greco θάλασσα (thalassa) + il verbo κρατέω (crateo) indica letteralmente il “dominio del mare”.

Tardoantico

Termine moderno utilizzato per indicare il periodo storico compreso tra il III e il VII secolo d.C. corrispondente da una parte alla lenta decaduta dell’Impero Romano d’occidente, dall’altra all’introduzione di profondi cambiamenti sociali, politici e religiosi che costituiranno le fondamenta della successiva fase medievale.

Acropoli

Il termine che deriva dal greco Ἂκρος (acros) più πόλις (polis), indica letteralmente la parte più alta della città greca. L’acropoli era il luogo dei principali culti cittadini e poteva essere anche fortificata.

Agorà

In Grecia, l’ἀγορά era lo spazio pubblico della città destinato all’aggregazione sociale e politica, nonché suolo delle principali attività commerciali. Il termine deriva dal verbo ἀγείρω che significa “radunare”.

Alabastron

Vaso di piccole dimensioni realizzato in materiali diversi (come la ceramica e la pasta vitrea) che prende il nome dall’alabastro (ἀλάβαστρον in greco antico) il materiale con cui era originariamente realizzato. All’interno venivano conservati profumi ed oli solitamente molto preziosi perché la particolare forma affusolata e il collo stretto permettevano di utilizzare con parsimonia il pregiato contenuto.

Alàre

All’interno di un focolare è lo strumento che sorregge la legna e ne agevola la combustione.

Anfora

L’anfora, il cui nome deriva dal greco ἀμφί (amfì) + φέρω (fero), letteralmente “portare da entrambe le parti”, è infatti un vaso con due anse utilizzato principalmente per il trasposto e la conservazione delle sostanze liquide ma anche semiliquide (ad esempio il vino e il miele). Di varie forme e dimensioni, presenta un corpo spesso di forma ovoide con larga bocca svasata e collo stretto. Due anse impostate verticalmente congiungono la spalla con la parte alta del collo.

Ansa

Termine utilizzato per indicare il manico di un vaso e può avere varie forme e dimensioni.

Ara

Si tratta di un termine latino che indica l’altare connesso con l’esecuzione dei riti religiosi sia pubblici che privati.

Archeologia

Dal greco ἀρχαῖος (archaios) + λόγος (logos) significa letteralmente “studio dell’antico”; è una disciplina scientifica che attraverso l’analisi dei reperti antichi, corredata con le testimonianze scritte e iconografiche, laddove presenti, mira a ricostruire le vicende storiche e gli aspetti culturali delle civiltà del passato.

Archeozoologia

Composta dalle parole greche ἀρχαῖος (archaios) + ζῷον (zoon) + λόγος (logos), l’Archeozoologia è la disciplina che studia i resti faunistici (principalmente denti, ossa, conchiglie) recuperati nel corso degli scavi archeologici.

Armilla

Termine usato per indicare il bracciale, elemento ornamentale rinvenuto in contesti sia femminili che maschili.

Basilica

Dal greco βασιλικός (basilichòs) ovvero “regio”, la basilica è in epoca romana un edificio di pianta rettangolare, diviso in navate, spesso costruito in prossimità del foro, utilizzato come sede al coperto delle principali attività amministrative e giudiziarie della città. In epoca cristiana verrà utilizzata come edificio legato al culto religioso.

Bassorilievo

Tecnica scultorea in cui, su un fondo piano di qualsiasi materiale, le figure sono rappresentate in leggero rilievo.