La palafitta di Peschiera del Garda

Agli inizi degli anni ’90, nell’area meridionale della sponda del Lago di Garda, a circa 250 metri dalla riva, a poco più di 3 metri di profondità, è stato rinvenuto il villaggio palafitticolo sommerso del Belvedere, nella località di Peschiera del Garda (VR).

Le prime indagini archeologiche furono eseguite dalla Scuola Internazionale di Archeologia Lacustre (SIAL) tra il 1994 e il 2003, gestita con l’aiuto della Scuola di Archeologia Subacquea Lacustre dell’Unio (Associazione Culturale Subacquea del Lago di Garda), e coordinate dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto che considerò necessario mettere in sicurezza l’area archeologica, essendo una zona balneare ad alta frequentazione turistica.

Nel 2005 le indagini archeologiche ripresero in quanto, a causa della siccità dell’estate 2003 e la forte affluenza turistica, erano andati perduti alcuni cartellini identificativi dei pali lignei e si colse l’occasione per approfondire le ricerche in due settori del villaggio (Q7 A-IV e Q7 A-V).

L’insediamento palafitticolo si estende parallelamente alla sponda sud del Lago di Garda e copre un’area complessiva di 22.500 mq. Le campagne di rilevamento subacqueo hanno permesso il riconoscimento degli elementi lignei, per un totale di 1200 pali, che sono stati accuratamente cartellinati, registrati, rilevati topograficamente e campionati per le analisi dendrocronologiche, mentre nella base d’appoggio terrestre si è provveduto alla documentazione grafica e fotografica.

Le informazioni ottenute sono convogliate all’interno di un geodatabase per poter valutare le nozioni descrittive e le misure ottenute dalle operazioni di rilievo, insieme ai dati paleobotanici e archeometrici prodotti in laboratorio, congiuntamente alla mappatura georeferenziata degli elementi lignei presenti nell’area. L’utilizzo e l’assetto di questo sistema è stato pianificato con lo scopo di agevolare la ricostruzione planimetrica delle strutture. Con l’aiuto della datazione dendrocronologica, infatti, è possibile evidenziare i pali lignei abbattuti nello stesso periodo storico e quindi decifrare a quale struttura appartengono i pali per poi ricavarne la planimetria della struttura.

L’analisi dendrocronologiche hanno permesso di individuare due fasi dell’abitato: la prima riconducibile all’Antica età del Bronzo (XXI – XX secolo a. C.); la seconda tra la fine del Bronzo Antico e l’inizio del Bronzo Medio (fine del XVII secolo a. C.).

Nel 2011 la palafitta di Peschiera del Garda, congiuntamente con il sito del Laghetto del Frassino, è entrata a far parte del patrimonio mondiale UNESCO nel progetto “Siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino”. Una sezione del percorso museale del Museo Archeologico Nazionale di Verona, situato nell’ex caserma asburgica San Tomaso, sarà dedicata alla “Preistoria e Protostoria”, dove vi saranno esposti anche i materiali archeologici rinvenuti nei siti palafitticoli.

Bibliografia

📖 CAPULLI M., FOZZATI L., MARTINELLI N., PELLEGRINI A., La palafitta sommersa di Peschiera – Belvedere sul Lago di Garda (VR). Le ricerche archeologiche subacquee e l’utilizzo della tecnologia GIS come supporto per le analisi spaziali e la ricostruzione planimetrica delle strutture palafitticole., in Atti del III Convegno di Archeologia Subacquea Manfredonia 4-6 ottobre 2007, Edipuglia.
💻 http://www.unescopalafitteitalia.beniculturali.it/index.php?it/103/i-siti-palafitticoliitaliani/23/belvedere-peschiera-del-garda-vr
💻 https://polomusealeveneto.beniculturali.it/percorsi/i-siti-palafitticoli-unesco-nelveneto-percorsi-fra-territoro-e-musei
💻 https://www.larena.it/home/provincia-in-primo-piano/palafitte-del-garda-tesorounesco-1.2787225
💻 http://www.unescopalafitteitalia.beniculturali.it/index.php?it/103/i-siti-palafitticoliitaliani/24/frassino-peschiera-del-garda-vr
💻 https://www.beniculturali.it/mibac/opencms/MiBAC/sito-MiBAC/Luogo/MibacUnif/Luoghi-della-Cultura/visualizza_asset.html?id=151516&pagename=57

Ti è piaciuto l'articolo?

Share on facebook
Share on twitter
Share on email

vuoi approfondire l'argomento?

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: