Il Make-Up nell’Antica Etruria

I numerosi reperti rinvenuti nei corredi funebri delle necropoli etrusche ci testimoniano come la cosmesi di allora fosse basata su principi fitoterapici ancora validi.

I balsamari contenevano prodotti liquidi, assimilabili ai nostri fondotinta, a base di argilla depurata, terra d’ocra e talco. Talvolta veniva utilizzata anche la farina di farro, finemente polverizzata. Anche nella cultura etrusca, la donna doveva mostrare un pallido candore, quale prova di appartenenza ad un ceto sociale elevato.

Sopracciglia e contorno occhi venivano ricalcati di nerofumo, a base organica, mescolato a grasso.

Gli ombretti venivano stesi abbondantemente sulla palpebra superiore e i colori maggiormente utilizzati erano:

  • le tonalità di rosa, ricavate dai petali della rosa;
  • le tonalità di verde e del blu, di origine minerale;
  • le tonalità di giallo, dei fiori di crocco.

I pigmenti erano riposti in cofanetti finemente decorati, che ricordano i nostri beauty case.

Sulle guance venivano stese polveri o paste rossastre, a base di milton o di cinabro, oppure di origine vegetale, come more di gelso e alga di fucus.

Dalle evidenze archeologiche emerge l’utilizzo di colorazioni rosse anche per le labbra, in modo piuttosto variegato: mentre nella Tomba dei Giocolieri la danzatrice sfoggia un trucco molto marcato, sia sulle labbra che sugli occhi, nella Tomba degli Scudi e nella Tomba dell’Orco le figure femminili presentano un trucco molto più sobrio nei toni.

 

Ringraziamo i partner che ci hanno fornito il materiale per la realizzazione.
Di seguito potete trovare i link dei prodotti utilizzati, per poter ricreare questo look direttamente a casa vostra!

Cosmetici
We Make Up: https://www.wemakeup.it/
AS palette (15 colori): https://wemakeup.it/eSy
EVER liquid lipstick: https://wemakeup.it/eSt
MORE volume mascara: 
https://wemakeup.it/eSv

Ciglia finte
Ardell Italia: https://www.ardell.it
Ardell Curvy Lashes 411: https://www.gweinternational.it/prodotto/curvy-411/

Bibliografia

📖 Trucco e bellezza nell’Antichità – Rossano De Cesaris – Sillabe – 2019

Ti è piaciuto l'articolo?

Share on facebook
Share on twitter
Share on email

vuoi approfondire l'argomento?

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: